Questo sito usa i cookies per darti una migliore esperienza nella navigazione.
Leggi la nostra Politica sui Cookies.

LAVORO

Formazione continua e permanente

La Legge 236/93, Art. 9 c. 3,e la legge 8 marzo 2000 n. 53 recante “Disposizioni per il sostegno della maternità e della paternità, per il diritto alla cura ed alla formazione e per il coordinamento dei tempi delle città”, Art.6, hanno quale obbiettivo di fondo la formazione dei lavoratori tramite varie tipologie di intervento.

Nel primo caso si mira alla creazione di piani di formazione aziendale, territoriale e settoriale, presentati dalle aziende stesse in accordo con le parti sociali, e di progetti di formativi individuali sotto forma di voucher.

L’obiettivo è mantenere aggiornato il personale e rendere la formazione una pratica diffusa la nella PMI.

La presentazione dei progetti avviene su apertura di appositi bandi emanati sulla scorta di Circolari ministeriali.

La Legge n. 53/2000 prevede invece l’istituzione del congedo per la formazione continua e l’estensione dei congedi per la formazione; all’Art. 6 viene sancito il diritto del lavoratore al congedo per la partecipazione ad attività formative in una della seguenti modalità:

Progetti elaborati sulla base di accordi contrattuali tra imprese e organizzazioni sindacali, che prevedano quote di riduzione dell’orario di lavoro

Progetti presentati direttamente dai singoli lavoratori


Area Download

legge_236_1993___20140417_091241.pdf

Legge 236/1993

legge_53_2000___20140417_091241.pdf

Legge 53/2000